Implantologia

Osteintegrazione : l'impianto si omogenizza bene con l'osso circostante
Una percentuale di successo del 97,5 %

Implantologia - La Storia

L'implantologia ha inizio ai primi del '900 ad opera di alcuni ricercatori che svilupparono sistemi diversi per risolvere casi di edentulia parziale o totale con metodi innovativi.
Si studiarono i materiali , le forme, le procedure. Inizialmente i materiali usati per la costruzione degli impianti furono dalle leghe auree, l'acciaio , leghe stellitiche e materiali ceramici .

Da qui partì lo sviluppo, con metodi scientifici rigorosissimi, di quello che è tutt'ora il fondamento teorico dell'implantologia e cioè l'OSTEOINTEGRAZIONE (l'impianto si omogenizza bene con l'osso circostante).
Clicca e contattaci per una visita gratuita !

 

Che cos'è un impianto
Possiamo considerare un impianto come una vite (con o senza filettatura) inserita nell'osso, per rimpiazzare uno o piu' denti mancanti. Fino a qualche anno fa, c'erano solo due possibilita' per sostituire un dente mancante, vale a dire: costruire un "ponte", o una "protesi rimovibile" ( che puo' essere a seconda dei casi "parziale" o "totale" ).


Il Rigetto
La domanda che i Pazienti piu' frequentemente rivolgono al dottore, e' relativa al cosiddetto "rigetto". Il rigetto in se' sarebbe la non identificazione di strutture o agenti esterni da parte dell'organismo, che vengono riconosciuti non propri ("non self") e quindi non accettati dall'organismo stesso. In senso lato,con i tipi attuali di impianti al titanio (detti "osteointegrati" ) il concetto di rigetto e' superato.


Osteintegrazione
In alcuni casi puo' aversi semplicemente una "non osteo-integrazione", vale a dire, in maniera molto semplice: l'impianto non si omogenizza bene con l'osso circostante. In tale evenienza, il piu' delle volte e' sufficiente rimuovere l'impianto, attendere un certo lasso di tempo, e sostituirlo con uno nuovo.


Personalmente,ritengo sia in ogni caso prudente aspettare qualche mese dalla inserzione della vite (piu' propriamente detta "fixture" ) per poter mettere su di essa il dente finto. In questo caso, gli studi a lungo termine ci sono da diversi anni, e le percentuali di successo sono molto alte : c'e' chi parla di successo in oltre il 95% dei casi ! A prescindere da tutto, una cosa comunque e' certa: l' Implantologia e' giunta al giorno d'oggi ad un livello notevole di affidabilita'. sicuramente piu' economica.